CENTRI ESTIVI SCUOLA DELL’INFANZIA

IL TEMA GENERALE

L’Arca! Un viaggio fantastico intorno al mondo per incontrare, conoscere e giocare con personaggi sempre nuovi e pieni di sorprese.Giochi di ricerca ed esplorazione, giochi in cerchio e staffette, bans e canzoni, laboratori costruttivi e pittorici…Un’estate per sperimentare e divertirsi, coinvolti in una missione speciale: imbarcare tutti ma proprio tutti gli amici animali, all’insegna dell’accoglienza e dell’inclusione.

MODELLO PEDAGOGICO

Premessa

Il centro estivo è prima di tutto una realtà sociale: l’obiettivo prioritario è perciò quello di ‘costruire’, giorno dopo giorno, con la partecipazione attiva dei bambini un luogo di vita e solo conseguentemente un luogo di attività. Ognuno di noi, adulto o bambino, è portatore di abitudini, di comportamenti diversi che dovranno tenere conto della reciprocità: solo con il rispetto della personalità di ciascuno è possibile trovare equilibrio ed armonica relazione, e solo a queste condizioni le diverse attività possono diventare momenti di crescita e non solo momenti di tecnicità. Mettere al centro del progetto la relazione e non il contenuto, significa conseguentemente rendere protagoniste le persone e non i loro prodotti.

Obiettivi Generali

La programmazione del centro estivo prevede attività tese a qualificare il tempo libero e gli ambiti “ludico-motorio” e “ricreativo-fantastico”, rispondendo a bisogni peculiari dei bambini quali quelli di comunicare, esplorare, socializzare, costruire, muoversi, vivere avventure…

Attraverso queste esperienze cercheremo di raggiungere importanti obiettivi:

  • l’educazione alla solidarietà e alla condivisione
  • l’autonomia e l’educazione alla responsabilità delle proprie azioni
  • la socializzazione e lo sviluppo delle diverse forme di comunicazione
  • lo sviluppo della creatività e dell’espressività
  • il potenziamento delle capacità motorie e delle abilità manuali
  • la promozione dell’integrazione e dell’educazione alle differenze

Mettere al centro il bambino significa per noi valorizzare le differenze: mettere al centro il bambino con tutte le sue prerogative individuali e personali, promuovendo l’incontro, la scoperta e l’integrazione delle diversità.

L’attenzione sarà allora sicuramente alle singole proposte di laboratorio, animazione, gioco… ma in un contesto sempre attento alle modalità di proposta e di coinvolgimento. Obiettivo primario deve essere quindi la creazione e il costante mantenimento di un luogo sereno, mai frenetico e caotico, un luogo in cui le esigenze dei singoli siano rispettate, in cui l’atmosfera “fantastica” diventi contenitore divertente e aperto in cui collocare le attività. Attività che così contestualizzate non saranno vissute come tanti e diversi momenti a sé stanti ma come tappe significative di un percorso unitario in cui i bambini possano vivere appieno la loro esperienza di vacanza.

L’organizzazione della giornata

  • 7.30-9.00 accoglienza
  • 9.00-12.00 lancio della giornata, attività all’aperto
  • 12.00-12.30 attività calme per predisporsi al pranzo: canzoni, giochi d’atmosfera, cure igieniche
  • 12.30-13.15 pranzo
  • 13.15-15.00 siesta e attività tranquille negli spazi fissi
  • 15.00-16.00 laboratori costruttivi, manipolativi, pittorici…legati alla missione
  • 16.00-16.20 merenda
  • 16.20-17.30 attività libere tranquille all’aperto

Programmazione della settimana tipo

Schema attività ludiche della mattina

Schema laboratori pomeridiani